Offerte di lavoro truffa: 4 esempi di annunci fake



Se stai cercando un impiego le offerte di lavoro sono il tuo pane quotidiano. Visionandole quotidianamente ti troverai a fare i conti con un fenomeno ormai tristemente diffuso, le offerte di lavoro truffa.

Anche nel mondo del lavoro infatti esistono moltissimi malintenzionati, pronti a tutto pur di estorcere denaro e ingannare le loro vittime.

Cascarci è semplicissimo, mentre è molto più difficile sfuggire agli imbrogli e alle lusinghe dei “maghi della truffa”.

Scopriamo insieme quali sono le offerte di lavoro truffa più diffuse per imparare a difenderci al meglio:

 

Lavoro non pagato

Si tratta, purtroppo, di una pratica molto comune.

Quando si inizia un lavoro da dipendente è fondamentale chiedere, dal primo giorno, un contratto di lavoro.

I periodi di prova non retribuiti infatti non sono previsti dalla legge e non vengono nemmeno proposti se l’azienda è solida e seria.

Si inizia con la frase:

“fai una settimana di prova, poi vediamo come va”

Si finisce per lavorare per mesi senza contratto o stipendio, perdendo solo tempo e fiducia nel mondo del lavoro.

Lavoro con invio di denaro

Da tempo in tutta Europa gli esperti mettono in guardia riguardo una truffa piuttosto subdola, dedicata a chi è in cerca di un impiego.

Il truffatore di solito sceglie un’azienda realmente esistente, crea un sito finto leggermente diverso da quello vero e pubblica un’offerta di lavoro.

Le persone interessate ricevono come risposta una mail in cui si fissa un colloquio e si chiede un contributo di 150 o 200 euro per alcune spese che si dovranno sostenere.

Offerte per lavoro da casa falso

Moltissime persone sognano di lavorare da casa, questo i truffatori lo sanno e hanno creato una truffa molto semplice.

Pubblicano un annuncio fra le offerte di lavoro in cui promettono uno stipendio altissimo a fronte di un’attività che prevede:

  • creazione di quadretti
  • confezione di prodotti
  • oppure la realizzazione di collanine

Se rispondete all’ annuncio vi chiederanno di acquistare un kit da ricevere a casa per iniziare il lavoro.

Non appena il corriere porterà il pacco e avrete il materiale, l’azienda scomparirà come per magia, dileguandosi insieme al sogno del vostro nuovo lavoro.

Offerte di lavoro con catena di Sant’Antonio



Il multilevel marketing è legale e redditizio quando viene creato con l’obiettivo di vendere e fornire servizi, se invece viene richiesta una quota in denaro per iscriversi si tratta senza ombra di dubbio di una truffa.

Un esempio?

Un vostro amico vi chiede 50 euro.

E afferma che investendoli riceverete 150 euro.

Una volta entrati nel circuito sarete voi a dover cercare altre tre persone che siano pronte a pagare 50 euro.

In questo modo si attiva semplicemente una catena di Sant’ Antonio che di certo non vi farà trovare un lavoro serio e stabile.

Come proteggersi dalle offerte di lavoro truffa?

L’unico modo è mettersi in contatto diretto con le aziende in cerca di personale, senza ulteriori intermediazioni e con la certezza di trovarsi di fronte ad offerte di lavoro vere e concrete con profili aziendali verificati.